Sanità

Casale, Afeva approva nuovo progetto di ricerca per diagnosi e terapia del mesotelioma

"Un momento di grande impatto emotivo per tutti noi, che ci consentirà di infondere nuove speranze"

Casale, Afeva approva nuovo progetto di ricerca per diagnosi e terapia del mesotelioma
Pubblicato:

CASALE MONFERRATO - Riceviamo e pubblichiamo da AFEVA (Associazione Famigliari e Vittime dell'Amianto).

Afeva, via libera al progetto di Ricerca per diagnosi e terapia del mesotelioma

AFEVA comunica che, durante la riunione del 30 maggio 2024, è stato approvato il nuovo "Progetto di Ricerca in tema di cure e di prevenzione per la diagnosi e la terapia del mesotelioma" (coautrici Prof.ssa Irma Dianzani, Università del Piemonte Orientale, e Dott.ssa Federica Grosso, Unità Semplice Dipartimentale Mesotelioma Ospedali Alessandria e Casale Monferrato). Tale riunione del Comitato Strategico, costituito, oltre che dalle Istituzioni locali e regionali, dalle Associazioni delle Vittime dell'amianto piemontesi e dalle Organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL, ha concluso un percorso fortemente voluto da AFEVA, che ha visto incaricare dall'Assessore alla Sanità Luigi Icardi, il prof. Massimo Aglietta Coordinatore della Rete Oncologica Piemontese- di valutare i risultati della prima fase dei quattro progetti terminata nel 2021 (periodo Covid). Dopo la valutazione, si è deciso di proseguire con un unico progetto approvato in data odierna. Si potrà dunque procedere a richiedere il relativo finanziamento al fondo costituito dagli accantonamenti per la ricerca derivanti dalle transazioni risarcitorie dei cittadini con l'Eternit.

Afeva: "Soddisfatti per l'esito favorevole dell'incontro"

Non possiamo che ritenerci soddisfatti per l'esito favorevole dell'incontro. Ciò consentirà, altresi, a tanti malati di sottoporsi ad un programma il cui obiettivo sia quello di estendere, anche a livello regionale, l'ingresso dei pazienti nei percorsi diagnostici più avanzati fondamentali per accedere alle terapie più innovative, con la totale presa in carico del paziente avente come obiettivo la qualità della vita; il progetto si svilupperà nell'ambito della ricerca clinica e preclinica. E' un momento di grande impatto emotivo per tutti noi che ci consentirà di infondere nuove speranze alle persone che, ogni giorno, si rivolgono ad AFEVA. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito ad avviare questo nuovo lavoro di ricerca, in particolare, il prof. Massimo Aglietta e dei suoi collaboratori e le coautrici del progetto Prof.ssa Irma Dianzani e Dott.ssa Federica Grosso.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali